Confraternita di S. Giuseppe

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Confraternita di S. Giuseppe
 
La data di erezione di questa Confraternita è ignota. E’ menzionata per la prima volta il 19 marzo del 1500, quando offre una colletta volontaria per la costruzione della cappella di S. Giuseppe in Duomo, proposta dal luogotenente Antonio Loredan al Consiglio della Città di Udine, per la difesa dai Turchi.
Il 1° marzo 1501 la nuova Cappella di S. Giuseppe è concessa dal Capitolo alla Confraternita per celebrarvi le funzioni religiose.
La Confraternita è stata soppressa nel 1806, ma più tardi si è ricostituita come Pia Società dei Divoti di San Giuseppe.
 
Solo una parte del fondo della Confraternita di S. Giuseppe patriarca è conservata presso l’Archivio Capitolare ed è costituita da:

2 registri di deliberazioni con indici, comprendenti l’elenco delle messe di legato. 1601-1749.
6 registri contenenti gli elenchi dei confratelli. 1834-35 e 1846-1889.
3 registri di cameraria. 1697-1797.
2 registri di cassa. 1865-1892
1 filza di ricevute. 1854-1896
Presso l’Archivio della parrocchia di S. Maria Annunziata nella Metropolitana di Udine (Archivio del Duomo), si trovano:
1 registro contenente gli elenchi dei confratelli. 1921-1932.
1 fascicolo di carteggio. 1897-1912.
1 registro di cassa. 1944
2 registri di messe. 1836-1914.
Presso l’Archivio di Stato di Udine, nel fondo Congregazioni religiose soppresse, si trovano:
1 fascicolo di Instrumenti. 1669-70
1 libro sommario di legati. 1782
1 libro di conti. 1797-1806
1 elenco rendite