Collazioni di Benefici

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Collazioni di benefici

 
Nella serie Collazioni di benefici si trovano le nomine di parroci, pievani,  arcidiaconi e vicari foranei, i conferimenti di canonicati e decanati, le elezioni delle badesse, le permute di benefici, le rinunce a benefici, le nomine di alcuni vicari generali e, almeno fino alla metà del Seicento, gli atti di istituzione delle confraternite.
Raramente, nei registri più antichi, si possono trovare anche altri tipi di documenti quali procure o concessioni, come il permesso per l’erezione della chiesa di S. Marco Evangelista a Scodovacca del 24 marzo 1573.
Il registro più antico della serie comprende gli atti dal 25 novembre 1472 all’8 giugno 1475 ed è l’unico del XV secolo. I registri poi riprendono dall’anno 1553, nel XIX secolo sono sostituiti da fascicoli e terminano con il 1930. Nel XIX e nel XX secolo si trovano praticamente solo gli atti di nomina di pievani, parroci, vicari curati e il conferimento di canonicati.
Altre collazioni di benefici si trovano nei seguenti volumi della serie Acta Curiae:
Acta Curiae 340, sesto registro: Liber collationum et alior(um) contractuum coeptus die XI sept(embris) et finitus die IX martij 1497. Atti dall’11 settembre 1490 al 17 luglio 1497.
Acta Curiae 340, settimo registro: Liber collationum coeptus die X martii M CCCC LXXXXVII. In fine huius quinterni sunt registrata tria privilegia Co(mmun)is et vicarior(um) Quadrivii. 10 marzo 1497 al 21 agosto 1497. Include tre privilegi in favore del comune e dei vicari di Codroipo.
Acta Curiae 346, quinto registro: Collationum incoeptus die penultima octobris M CCCC LXXXXVII indictione quintadeci(m)a et finitus die quarta aprilis M CCCC LXXXXIX. Atti dal 30 ottobre 1497 al 4 aprile 1499.
Acta Curiae 346, sesto registro: Collationum. Atti dal 30 ottobre 1497 al 10 maggio 1501.