Fondo Guglielmo Biasutti

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Fondo Guglielmo Biasutti

 
Il fondo archivistico è una raccolta eterogenea composta da uno schedario cartaceo, quaderni di appunti manoscritti, dattiloscritti e xerocopie e documentazione archivistica compilati e raccolti dal sacerdote.
 
Lo schedario è una raccolta sistematica di informazioni, relative alla storia civile e religiosa in particolare del territorio udinese, tratte principalmente da fonti archivistiche presenti presso gli Archivi Storici della Diocesi di Udine, L’archivio di Stato di Udine e la Biblioteca Civica “V. Joppi”. E’ suddiviso nelle seguenti serie:
Schedario alfabetico contenete schede cartacee manoscritte e dattiloscritte per ordine topografico e , il tutto in 83 cassette.
Schedario a soggetto contenete schede cartacee manoscritte e dattiloscritte per ordine alfabetico che rimanda allo schedario alfabetico, il tutto in 36 cassette.
Schedario di biblioteche contenente schede dattiloscritte a carattere bibliografico friulano, il tutto in 9 cassette.
 
La serie dei fascicoli è suddivisa tra “Grandi” e “Piccoli”, attribuzione dello stesso Biasutti, e si distingue dal condizionamento della documentazione in cartolari di grande o di piccolo formato.
I cartolari grandi (23) conservano appunti manoscritti, dattiloscritti e xerocopie di carattere storico.
I cartolari piccoli (19) conservano quaderni di piccolo formato manoscritti di carattere religioso teologico.
 
La documentazione archivistica, condizionata in una busta, riguarda l’attività pubblica, istituzionale, formativa e pubblicistica di mons. Biasutti. E’ da considerarsi un’appendice della serie dei fascicoli.